EFFETTO COVID SULLE PENSIONI: LO STUDIO EPHESO

La brusca caduta del PIL a causa dell’emergenza sanitaria avrà impatti nelle tasche dei futuri pensionati italiani. Epheso ha aggiornato i propri motori di calcolo tenendo conto dello scenario macroeconomico che si prospetta.

La brusca caduta del PIL a causa dell’emergenza sanitaria avrà impatti anche nelle tasche dei futuri pensionati italiani. Questo perché a partire dal 1996 con l’introduzione del sistema di calcolo contributivo a norma della riforma Dini, le pensioni sono legate all’andamento del PIL nazionale e, viste le stime di una caduta del Prodotto Interno Lordo del 9/10%, inevitabili ripercussioni si avranno anche sui futuri assegni pensionistici. Anche se al varo della riforma si esaltava la maggiore stabilità che il calcolo contributivo comportava per le finanze pubbliche, ora che questi fattori di stabilità (il rischio demografico e il rischio macro economico trasferito in capo ai contribuenti) prendono la forma di pensioni sempre più macilente, l’entusiasmo scema e la necessità di una correzione diverrà probabilmente più pressante.

Lo studio elaborato da Epheso I.A. si pone l’obiettivo di stimare l’impatto che lo scenario macroeconomico prospettato a partire dal 2020 a causa dell’emergenza sanitaria avrà sulle pensioni. L’effetto negativo della contrazione attesa del PIL 2020 non comparirà subito. Il protrarsi del blocco delle rivalutazioni avrà le maggiori conseguenze su un orizzonte temporale di 5-10 anni. Per tali ragioni lo studio si basa su due scenari alternativi di ripresa del PIL a V e a L per tre profili previdenziali con decorrenze quinquennali confrontandoli con lo scenario senza recessione.

Leggi lo studio completo

Leggi anche l'intervista all'ing. Pashaj a cura di G.Fontanelli - Panorama

www.epheso.it | Epheso News Blog

Previdenza, Protezione, IDD

Webinar 28 maggio 2020 / 15

La Direttiva IDD introduce molte tutele per il cliente finale e di conseguenza una serie di obblighi per i distributori. Pone dunque delle maggiori responsabilità per chi si occupa di distribuire i prodotti assicurativi, siano esse società o intermediari.

Objectway ed Epheso hanno realizzato una soluzione IDD compliant che, partendo da un'analisi olistica dei bisogni della famiglia e delle PMI, supporta consulenti ed agenti nella distribuzione dei prodotti assicurativi.

Per maggiori informazioni accedi qui

www.epheso.it | Epheso News Blog

Circolare Covip n.1096 - Covid-19

Differimento del termine previsto per l’invio della Comunicazione periodica agli iscritti

In data 11 marzo 2020 l’Autorità di Vigilanza sui Fondi Pensione, COVIP ha emanato la Circolare n. 1096 avente ad oggetto “Indicazioni alle forme pensionistiche complementari conseguenti all’adozione delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, di cui al Decreto-legge 23 febbraio 2020 e ai successivi DPCM”.

Poniamo l’attenzione per quanto precisato in merito al termine previsto per l’invio da parte dei fondi pensione della comunicazione periodica agli iscritti:

"Con riguardo all’ulteriore richiesta avente ad oggetto il differimento del termine previsto per l’invio della Comunicazione periodica agli iscritti e per il deposito della Nota informativa in scadenza al prossimo 31 marzo, si ritiene di poter consentire a tutte le forme pensionistiche complementari/società, anche in considerazione del rallentamento dei servizi di recapito e logistici, di effettuare i suddetti adempimenti entro il 31 maggio 2020. Ove si intenda avvalersi di tale possibilità, ne è dato avviso sul sito."


(leggi la circolare completa)

www.epheso.it | Epheso News Blog

UniversoPrevidenza e la consulenza previdenziale dei Consulenti del Lavoro

Facciamo il punto.

A circa due anni dal lancio del progetto “UNIVERSOPREVIDENZA”, commissionato dall’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Consulenti del Lavoro a MEFOP in partnership con Epheso tiriamo le somme.

Già nel 2018, nella sua fase introduttiva, il progetto aveva riscosso grande successo. Oggi l’apprezzamento dei professionisti del settore si conferma con un andamento crescente.


L’adesione al progetto offre la possibilità di avvalersi di strumenti avanzati per porre in essere un’attenta ed efficiente CONSULENZA PREVIDENZIALE, come MyLifePlanner, software sviluppato da Epheso per i Consulenti del Lavoro che intendono ampliare i confini della loro professione.

In questo arco temporale di circa due anni, i Consulenti del Lavoro hanno avuto modo di familiarizzare con lo strumento, supportati da un team di esperti a loro disposizione, e di constatare come la consulenza previdenziale rappresenti un settore sempre più appetibile in un contesto normativo complesso e in continua mutazione.

Molto interessanti sono, infatti, i numeri che scaturiscono dal monitoraggio degli utilizzi del servizio:

1.570 i consulenti del Lavoro che da maggio 2018 si sono avvalsi del supporto della Piattaforma a loro rivolta e degli strumenti in essa inclusi;

161.958 i calcoli complessivi effettuati con MyLifePlanner, con una media di 9.546 casi al mese (6 di media ad utilizzatore) nell’anno 2019;

I numeri riflettono l’avvio graduale della piattaforma, caratterizzata da una sessione laboratorio iniziale che vedeva le adesioni limitate a una selezione di 500 iscritti ENPACL, nonché l’introduzione di provvedimenti legislativi particolarmente incisivi, quale il Decreto “Quota 100” entrato in vigore il 28 gennaio 2019 e che ha comportato importanti modifiche riguardo l’accesso al pensionamento.

Di fatto, con l’aggiornamento del motore di calcolo, tempestivamente rilasciato da Epheso, i calcoli sono più che raddoppiati: quando il decreto era solo in fase di stesura, il numero dei calcoli, nel solo mese di novembre, è stato di 19.287 contro i 6.844 del mese precedente; nel mese di febbraio 2019 sono stati 11.340, per arrivare a 16.021 nel mese di marzo.
Ciò riflette la necessità da parte della platea dei lavoratori di usufruire di una consulenza quanto più efficiente. Pertanto, avvalersi di strumenti quantitativi, come MyLifaPlanner, che siano in grado di fornire risposte adeguate a una materia sempre più complessa e poco chiara in termini legislativi risponde a un’esigenza reale in costante aumento.

www.epheso.it | Epheso News Blog

Decreto Quota 100: Release motore di calcolo powered by Epheso

Epheso ha rilasciato l'aggiornamento sui motori di calcolo a disposizione dei propri clienti

Il tanto atteso Decreto su Reddito di Cittadinanza e Pensioni è stato approvato dall'attuale Governo e come preannunciato contiene importanti novità in materia previdenziale.

Tra le principali novità disponibili sui nostri motori di calcolo:

Pensione Quota 100 – misura sperimentale in vigore per il triennio 2019-2021 che prevede l’uscita anticipata al raggiungimento di Quota 100: 62 anni di età e 38 anni di anzianità contributiva. Prevista una finestra mobile di posticipo di 3 mesi (6 mesi per i dipendenti del pubblico impiego).

Blocco dell’incremento per la speranza di vita sulle pensione anticipate e decorrenza con finestre trimestrali – misura sperimentale in vigore per gli anni 2019-2026 che blocca l’incremento per la speranza di vita per le pensioni anticipate con il solo requisito contributivo, il quale rimane fisso a 42 (41 per le donne) anni e 10 mesi di anzianità contributiva. Prevista una finestra mobile di posticipo di 3 mesi.

Opzione Donna – l’estensione del ricalcolo contributivo per le donne nate entro il 31 dicembre 1960 se lavoratrici dipendenti, entro il 31 dicembre 1959 se autonome e che abbiamo maturato 35 di anzianità contributiva. Rimane in vigore l’applicazione delle finestre mobili di 12 mesi per le dipendenti e 18 per le autonome.

Leggi l'articolo completo.

www.epheso.it | Epheso News Blog

Auguri da Epheso

Buon Natale e felice anno nuovo

Nella ricorrenza del nostro ventesimo anno di attività, cogliamo l'occasione per augurarvi buon Natale e un raggiante 2019!


Quest'anno Epheso compie 20 anni, ma siamo solo all'inizio della nostra storia.

"La vita dell'uomo è miseramente breve. Si comincia di solito a contarla dal primo ingresso in questo mondo; io invece vorrei contarla soltanto da quando nasce in noi la ragione e dal momento in cui la ragione comincia a scuoterci: cosa che generalmente non accade prima dei vent'anni. Prima di questo termine noi siamo bambini e un bambino non è un uomo."

Anonimo, Discorso sulle passioni d'amore, XVII sex. (attribuito a Blaise Pascal)


www.epheso.it | Epheso News Blog

Quota 100, davvero non conviene?

Ma davvero il pensionamento anticipato con Quota 100 è una soluzione così sconveniente?

Ad analizzare l’impatto di questa scelta è lo studio realizzato da Alberto Brambilla, Presidente di Itinerari Previdenziali e Alberto Cauzzi e Silvin Pashaj fondatori di Epheso I.A. srl, società che sviluppa sistemi di simulazione previdenziale.

Lo studio, che mette a confronto il pensionamento di Quota 100 con l’attuale pensionamento per Vecchiaia, dimostra che con l’uscita anticipata il pensionato ci guadagna sempre, sia nel caso di un trattamento prevalentemente calcolato col sistema retributivo, che nel caso di un trattamento calcolato maggiormente col contributivo.

Se si considera un lavoratore dipendente nato nel 1957, che ha iniziato a lavorare nel 1977 con una retribuzione imponibile di 30mila euro, con la prospettata quota 100 andrebbe in pensione a 62 anni e 1 mese e otterrebbe una pensione lorda di 20.993 euro, pari a 16.616 euro netti. Se aspettasse l’età di vecchiaia prevista dalla Fornero, 67 anni e 10 mesi, incasserebbe 26.636 euro lordi, 20.397 euro netti. Il 22,7% in più. Ma per poter confrontare le due soluzioni occorre considerare il valore complessivo delle prestazioni pensionistiche attese in tutto il periodo, dal primo pensionamento fino alla speranza di vita.In questo modo la situazione si ribalta a favore di Quota 100 con un vantaggio del 6,4%, che diventa del 18,9% se si considerano a valor negativo anche i contributi versati dal soggetto e dal datore di lavoro nel periodo che intercorre dal primo pensionamento al secondo.

Il vantaggio dell’uscita anticipata con Quota 100 è confermato anche se lo stesso lavoratore ha iniziato a lavorare 4 anni dopo e che pertanto avrà una pensione calcolata prettamente col sistema contributivo. La differenza tra i trattamenti alle due diverse età di uscita è pari al 27,2%. Ma anche in questo caso considerando il vantaggio cumulato rapportato alla speranza di vita rimane comunque a favore di Quota 100: 2,5% escludendo i contributi previdenziali versati; 15,6% se metto sul piatto anche i contributi versati nell’attesa dell’età per vecchiaia.

Vedi lo studio completo.

Ne hanno parlato anche

www.epheso.it | Epheso News Blog

IDD: ICap la soluzione powered by Epheso

La nuova direttiva Europea in materia di “Distribuzione Assicurativa”

Ci siamo! Dal 1° ottobre la nuova regolamentazione entrerà in vigore, dopo che il Parlamento europeo ha prorogato il termine originariamente fissato a febbraio 2018.

La IDD introduce una serie di obblighi informativi per i distributori basati su:

  • un’analisi oggettiva: per i clienti è fondamentale sapere se l’intermediario con cui stanno trattando fornisca consulenze sulla base di un’analisi imparziale e personale;
  • classificazione della convenienza assicurativa: onde evitare casi di vendite abusive, è opportuno che la vendita di prodotti assicurativi sia sempre accompagnata da una verifica delle richieste e delle esigenze sulla base delle informazioni fornite dal cliente. Qualsiasi prodotto assicurativo proposto al cliente dovrebbe essere sempre coerente con le sue richieste ed esigenze ed essere presentato in una forma comprensibile affinché il cliente possa prendere una decisione con cognizione di causa. Qualora venga fornita una consulenza prima della vendita di un prodotto assicurativo, oltre al dovere di specificare le richieste e le esigenze del cliente, è opportuno che questi riceva una raccomandazione personalizzata che spieghi perché un determinato prodotto soddisfa al meglio le sue richieste ed esigenze in materia di assicurazione.


ICap, il Colloquio di Analisi Personale

In questo contesto Epheso ha lanciato ICap il nuovo modello di analisi dei bisogni assicurativi della famiglia.

ICap risponde alla necessità per i distributori di avvalersi di processi automatizzati e strumenti informatici che siano in grado di censire i dati dei clienti, di produrre un’analisi puntuale delle loro esigenze e di valutare l’adeguatezza dei prodotti proposti.

ICap trasforma il metodo di censimento del consulente e consente un’immediata fotografia della situazione personale, familiare e finanziaria del cliente elaborando una classifica dei bisogni correnti e futuri, secondo il calcolo statistico dei rischi e secondo le necessità dichiarate.


Scopri ICAP


www.epheso.it | Epheso News Blog