IDD: L’indagine e l’analisi del bisogno come strumento di individuazione e quantificazione del rischio

Come orientarsi e scegliere strumenti di supporto adeguati?

Il metodo più efficace e più solido continua a essere quello che esamina a tutto tondo le esposizioni ai rischi nella vita della famiglia con la stessa metodologia e meticolosità quantitativa che applica il Risk Management aziendale. Disporre di quantificazioni oggettive e omogenee al fine di consentire dei corretti raffronti, consente di adottare efficacemente tutti i principi di gestione ottimizzata dei rischi, collaudati nella gestione dei rischi aziendali.

Questo metodo si adatta bene anche al modificarsi delle situazioni al contorno, dato che tutti gli elementi che lo compongono sono sempre quantificabili e aggiornabili, il che risulta essere di particolare importanza per la sostenibilità della pianificazione negli anni. Ciò risponde anche all’esigenza dettata dalla normativa IDD, ossia di verificare che ogni proposta sia in linea con le esigenze e richieste del cliente finale, ma anche di monitorare che il prodotto continui a essere coerente per tutta la durata del contratto agli interessi dei clienti per cui è stato realizzato.

E’, pertanto, necessario improntare metodi quantitativi omogenei per valutare le esigenze e le propensioni dei contraenti, a cui potranno essere proposti solo prodotti coerenti con le proprie caratteristiche, concetto ancor più rafforzato con il provvedimento IVASS a modifica del Regolamento 40/2018.

Ne ha parlato Alberto Cauzzi - AD Epheso IA nel corso dell’evento organizzato in collaborazione con Assinews per la seconda edizione del Festival delle Assicurazioni lo scorso 17 novembre.

Guarda l'intervista!

Di particolare efficacia è quindi l’ausilio di strumenti informatici per l’analisi oggettiva e personale dei bisogni degli assicurati, nonché per il monitoraggio della coerenza dei loro profili al target market di riferimento, in risposta agli obblighi imposti dalla regolamentazione normativa.

Scopri ICAP

www.epheso.it | Epheso News Blog

IDD: Il principio di coerenza

“Qualora i distributori ritengano che il prodotto sia coerente con le richieste ed esigenze del contraente o dell’assicurato, prima della sottoscrizione del contratto, lo informano di tale circostanza, dandone evidenza in un’apposita dichiarazione.” Ma in che modo l’intermediario può certificare la coerenza?

Il rapporto intermediario-contraente subirà senz’altro un’evoluzione con l’entrata in vigore (31 marzo 2021) del nuovo Regolamento 40/2018 come modificato dal Provvedimento 97/2020.

I nuovi obblighi normativi rappresentano senz’altro un’opportunità per l’intermediario che dovrà porre in essere, già in fase precontrattuale, un’attività specialistica consulenziale in grado di quantificare e qualificare in maniera oggettiva l’effettivo bisogno della famiglia. Ciò scaturisce solo da un’attenta indagine del nucleo famigliare, della sua situazione personale e finanziaria in modo tale da definire, attraverso un rigoroso approccio quantitativo, una scala di priorità delle copertura sulle effettive richieste ed esigenze del contraente.

Di questo si è parlato nel corso dell’evento organizzato in collaborazione con Assinews per la seconda edizione del Festival delle Assicurazioni lo scorso 17 novembre.

Guarda l'intervista!

Scopri ICAP

www.epheso.it | Epheso News Blog

IDD: Valutazione delle richieste ed esigenze del contraente

Obbligo per l’intermediario di certificare la coerenza tra le richieste e le esigenze del contraente e il prodotto assicurativo: incombenza o opportunità?

Il provvedimento 97 del 4 agosto 2020, al fine di intensificare la tutela del consumatore, porta a una serie di cambiamenti sostanziali nel rapporto intermediario-contraente già nella fase precontrattuale.

Nello specifico, il nuovo comma 4 bis, articolo 58 del Regolamento IVASS 40/2018 introduce l’obbligo per l’intermediario di certificare, prima della sottoscrizione del contratto e dandone evidenza in un’apposita dichiarazione, la coerenza tra le richieste e le esigenze del contraente e il prodotto assicurativo offerto.

A rafforzare tale obbligo, il Provvedimento 97, con l’eliminazione dei commi 5 e 6 dello stesso articolo, ha altresì abolito la possibilità di concludere un contratto anche se non coerente con le richieste ed esigenze del contraente.

Questo nuovo obbligo, che entrerà in vigore dal prossimo 31 marzo, rappresenta un’incombenza o un’opportunità per gli intermediari? Ne ha parlato Alberto Cauzzi - AD Epheso IA nel corso dell’evento organizzato in collaborazione con Assinews per la seconda edizione del Festival delle Assicurazioni lo scorso 17 novembre.

Guarda l'intervista!

Scopri ICAP

www.epheso.it | Epheso News Blog

Nuova normativa sull'intermediazione Assicurativa

Il Regolamento IVASS 45/2020 e il Provvedimento 97/2020 cambiano tutto.

Perché le esigenze dei clienti assicurativi sono così importanti dopo le evoluzioni normative dell’IVASS di questa estate? E’ stato chiesto a Alberto Cauzzi (AD Epheso).

Leggi l'intervista!

Come si dovranno intermediare le polizze nel 2021?

17/11/2020, ore 14.00-15.55 - Milano FESTIVAL delle ASSICURAZIONI 2020

31 MARZO 2021: il Regolamento IVASS 45/2020 e il Provvedimento 97/2020 cambiano tutto. Come si dovranno intermediare le polizze nel 2021?
Di questo si parlerà all'evento online organizzato in collaborazione con Assinews a cui prenderà parte Alberto Cauzzi.

Cosa aspetti ad iscriverti?

www.epheso.it | Epheso News Blog

Pensione: prima inizi a pensarci, più te la godi.

“La pensione su misura”: il libro che aiuta a pianificare il futuro pensionistico.

In edicola con il Sole 24 Ore da sabato 17 ottobre, “La pensione su misura”, una guida completa in materia di previdenza con lo scopo di accrescere nel lettore la consapevolezza che il futuro previdenziale è nelle proprie mani. Chi non si interessa e non coltiva la propria pensione per tempo rischia di andare incontro a una vecchiaia problematica. Per tale ragione è necessario interessarsi della propria pensione fin da subito, costruendo una posizione previdenziale fatta non solo di contributi obbligatori, ma anche di risparmio previdenziale. Il libro nell’accompagnare il lettore nel suo percorso di scelta approfondisce l’evoluzione delle pensioni, dal punto di vista delle norme e degli scenari demografici, sociali e finanziari. Dopo le prime quattro settimane in vendita in edicola insieme al Sole 24 Ore, il libro sarà disponibile anche in libreria e sulle piattaforme digitali.

Calcola la tua pensione futura

Sul sito del Sole 24 Ore il pensionometro messo a punto da Epheso I.A. offre un modo chiaro ed efficiente per capire quando potremmo andare in pensione, con quale ammontare e come supportare la pensione di base grazie all’apporto dei fondi pensione.

Clicca qui per fare un po’ di chiarezza sul tuo destino previdenziale

Utilizzare il pensionometro, o altri strumenti più sofisticati che la nostra azienda offre, per realizzare elaborazioni varie, modificando la crescita del reddito futuro, il livello di contribuzione da destinare alla previdenza complementare, il profilo di rischio e quant’altro non solo evidenzia il peso di ciascun fattore sulla stima finale, ma significa “usare la tecnologia per un’operazione di educazione previdenziale”.

www.epheso.it | Epheso News Blog

Release motori di calcolo Epheso: Coefficienti di trasformazione 2021-2022

I nuovi coefficienti di trasformazione in vigore dal 1° gennaio 2021

Nella Gazzetta Ufficiale dell’11.06.2020 è stato pubblicato il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 1 giugno 2020 che rivede i coefficienti di trasformazione del montante contributivo per tutti i lavoratori che andranno in pensione dal 1° gennaio 2021.

I coefficienti definiti per legge, come stabilito dalla Riforma Dini che li ha introdotti per la prima volta, sono calcolati tenendo conto della speranza di vita del soggetto alla data di pensionamento, ma non dipendono dal sesso o dalla presenza o meno del coniuge. Essi devono essere aggiornati con cadenza biennale a partire dal 2019 e, pertanto, i nuovi coefficienti saranno in vigore per le pensioni erogate dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022. Nello specifico i coefficienti di trasformazione si applicano per definizione sulla quota contributiva della pensione e quindi la revisione avrà impatto […]


Leggi l'articolo completo

www.epheso.it | Epheso News Blog

Seconda edizione Webinar: Previdenza, Protezione, IDD

Webinar 24 giungo 2020 / 15

Il 24 giugno si terrà la seconda edizione del webinar dedicato all'analisi e copertura dei bisogni della persona, della famiglia e delle Pmi nel rispetto della normativa IDD.

La Direttiva IDD introduce molte tutele per il cliente finale e di conseguenza una serie di obblighi per i distributori. Pone dunque delle maggiori responsabilità per chi si occupa di distribuire i prodotti assicurativi, siano esse società o intermediari. Objectway ed Epheso hanno realizzato una soluzione IDD compliant che, partendo da un'analisi olistica dei bisogni della famiglia e delle PMI, supporta consulenti ed agenti nella distribuzione dei prodotti assicurativi.

Per maggiori informazioni accedi qui

www.epheso.it | Epheso News Blog

Recessione, stagnazione, ripresa: quanto scenderanno le pensioni a causa del Covid.

Tre scenari possibili per tre lavoratori che tra pochi anni andranno in pensione. Il calo del Pil ridurrà i tassi di rivalutazione dei contributi previdenziali e in alcuni casi rinvierà anche la pensione. Ecco le elaborazioni.

A cura di Silvin Pashaj (Epheso) - da Il Sole 24ORE - Martedì 26 maggio 2020

"La crisi economica in corso, causata dal fermo pandemia, potrebbe tradursi in una frenata del PIL nell'ordine del -9% ~ -10%. Il sistema di sicurezza sociale deve incrementare in modo eccezionale gli interventi di assistenza e scontare la contrazione della base contributiva. Come assorbiranno tutto ciò i meccanismi di riequilibrio del sistema delle pensioni di vecchiaia / anzianità? I principi base delle grandi e piccole riforme di messa in sicurezza del sistema di previdenza pubblica , susseguitesi negli ultimi 5 lustri, sono […]"

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

(leggi l'articolo completo)


www.epheso.it | Epheso News Blog