Effetto busta arancione: ecco quanto costa "integrare" la pensione

Il fondo "promette" un quinto di pensione

A cura di Marco lo Conte - da Il Sole 24ORE - Lunedì 9 maggio 2016

Avete ricevuto la busta arancione? Vi siete preoccupati? Vi siete spaventati? Oppure avete scoperto che le cose potrebbero non andarvi così male? In tutti i casi si tratta di capire cosa fare adesso, per mettere un po' più al sicuro la propria vecchiaia. […]
Ma cosa accade al nostro futuro se iniziamo a risparmiare per tempo? Abbiamo chiesto a Epheso, società di software specializzata in tools previdenziali, di effettuare alcune elaborazioni...

(leggi l'articolo completo)

www.epheso.it | Epheso News Blog

Dicono di noi

E’ necessario imparare a leggere le variabili (da Il Sole24ore – 27 aprile 2016)

Disporre di uno strumento per individuare il proprio destino previdenziale è quindi fondamentale per risparmiare in modo più coerente e strappare soprattutto i più giovani a un futuro incerto. Dunque, come leggere le informazioni contenute nella busta arancione?

A cura di Marco lo Conte

(leggi l'articolo completo)

www.epheso.it | Epheso News Blog

Fatta la "busta arancione", bisogna ora fare i lettori della "busta arancione"

Nell'inserto de Il Sole 24ore di martedì 5 Aprile 2016 dedicato a "Le pensioni e le assicurazioni" si parla anche del tasso di sostituzione, con l’obiettivo di fornire la giusta chiave di lettura alle migliaia di lavoratori che hanno avuto visione della propria “busta arancione”. L’analisi dettagliata degli effetti prodotti dalla variabilità dei fattori che incidono sulla prestazione finale in termini percentuali è supportata dalle simulazioni realizzate da Epheso I.A..



Guida al tasso di sostituzione. Il rapporto tra ultimo stipendio e prima pensione è l'informazione chiave contenuta nella busta arancione.

“[…] Comprendere il proprio percorso previdenziale rappresenta per questo il primo scudo protettivo del proprio denaro dalle insidie di un sistema che, come accennato, spesso punta più al proprio interesse che a quello della clientela. Anche per questo la busta arancione rappresenta uno strumento di civiltà e trasparenza, che lo Stato – ad opera dell’Inps – impone per livellare il piano di gioco e ridurre così le asimmetrie informative tra chi vende e chi compra (a vantaggio di questi ultimi).
[…]
Sul sito del Sole 24 Ore – all’indirizzo www.ilsole24ore.com/pensionometro - è possibile modificare tutti gli elementi da prendere in considerazione per calcolare una stima della propria pensione.[…]”
A cura di Marco lo Conte

(leggi l'articolo completo)


Quanto ne sai di polizze assicurative, rendite previdenziali e fondi pensione?

Accedi al quiz pubblicato da Il Sole 24ore

www.epheso.it | Epheso News Blog

Le novità previdenziali 2016

Le novità previdenziali a maturazione con il nuovo anno e quelle contenute nell'ultima legge di stabilità considerate nel motore di calcolo Epheso, a disposizione di tutti i nostri clienti

In attesa delle proposte di riforma del sistema previdenziale, rimandate all’anno appena iniziato, non sono molte le novità in materia pensionistica contenute nella “Legge di Stabilità 2016”, molte, invece, quelle a maturazione per effetto delle disposizioni normative passate, quali l’aumento dei requisiti pensionistici in virtù dell’adeguamento alla speranza di vita e la revisione dei coefficienti di trasformazione. Mentre, tra le più salienti contenute nella L. 208/2015, vi è senz’altro quella riguardante la proroga al regime sperimentale “opzione donna”, per cui le lavoratrici che entro il 31 dicembre 2015 maturano i previgenti requisiti pensionistici, potranno accedere al trattamento pensionistico accettando il ricalcolo contributivo dell’assegno.

(leggi l'articolo completo)

www.epheso.it | Epheso News Blog


Fino a che età un pensionato può aderire a un fondo pensione?

Perché l’aumento dell’età pensionabile può essere una buona notizia

A cura di Paolo Pellegrini Vice Direttore Mefop

L’orientamento Covip del 24 gennaio del 2008 ha chiarito le possibilità di adesione al fondo pensione da parte di soggetti pensionati fornendo un’interpretazione dell’art. 8, comma 11, del D.Lgs 252/2005. La norma fa riferimento soltanto alla prosecuzione della contribuzione oltre l’età pensionabile a condizione che l’aderente alla data del pensionamento possa far valere almeno un anno di contribuzione.

(leggi l'articolo completo)


Post tratto dalla Pillola Mefop n. 83 

 Per saperne di più www.mefop.it/site/servizi/pillole

Basta scegliere un sorriso

Epheso augura a tutti Voi un Buon Natale e un Felice 2016!

Con l’occasione è lieta di presentare il suo nuovo sito web:

www.epheso.it

Nuovo ambiente

Una veste tutta nuova, sia per le aree istituzionali che per quelle riservate ai clienti, che si propone di accogliere i visitatori con più leggerezza e maggiore intuitività. Il restyling ha interessato non solo la veste grafica, ma anche la struttura che si amplia di nuove aree di approfondimento e diviene un prezioso strumento di informazione per tutti coloro che vogliono conoscere le caratteristiche dei servizi offerti da Epheso.

Nuovo sistema informativo

Vi presentiamo la nuova sezione dedicata alle News. Un nuovo ambiente di informazione, Epheso News Blog, dedicato alle novità di prodotto Epheso e alle notizie di settore di rilievo, quali aggiornamenti sulla legislazione della previdenza pubblica e novità in ambito fiscale.

Nuove funzionalità Area Riservata

Tra le novità più importanti, la nuova Area Riservata. La nuova concezione prevede un sistema di autenticazione unica che darà accesso sia alle aree informative dedicate ai servizi che alle aree di validazione abilitate per i clienti. Per accedere sarà sufficiente creare un proprio account!

La presentazione allegata Vi guiderà step-by-step alla nuova Area Riservata!



Vi aspettiamo… buona navigazione!

Sopravvivere a lungo dopo il pensionamento

è solo una gran fortuna o anche un rischio?

A cura di Alberto Cauzzi e Maria Elisa Scipioni

''Il sistema di previdenza pubblica (parliamo quindi del primo pilastro obbligatorio) eroga le prestazioni con il cosiddetto sistema con funzionamento a ripartizione: le pensioni in essere sono pagate tramite i contributi dei lavoratori attivi. Il sistema si sostiene sull’equilibrio, più o meno stabile, tra lavoratori attivi e pensionati. Tanto più il primo gruppo è numeroso tanto più il sistema è efficiente, viceversa tanto più è elevato numericamente il secondo gruppo tanto più il sistema necessita di risorse e rischia di avere perdite e deficit. Le tendenze degli ultimi decenni hanno visto crescere in maniera alquanto sostenuta il numero dei pensionati rispetto ai lavoratori attivi, anche più intensamente di quanto ci si attendeva. Il sistema a ripartizione è stato pertanto costretto a molteplici interventi atti a riequilibrare il deficit progressivo che si era venuto a creare. La riforma più significativa in tal senso, rimane senz’altro quella attuata dalla legge Dini nell’agosto 1995, attraverso la quale si è passati dal sistema di calcolo retributivo a quello contributivo.[...] ''

(leggi l'articolo completo)

Vivere in pensione - segue

Ulteriori aspetti di approfondimento

A cura di Alberto Cauzzi e Maria Elisa Scipioni

''La pianificazione previdenziale è un metodo che, tramite l’esposizione e l’analisi di tutte le alternative disponibili di previdenza obbligatoria e complementare, si pone l’obiettivo di assistere alle decisioni e alle scelte di risparmio previdenziale del lavoratore. Pertanto, la validità e l’efficacia di questi metodi, più o meno complessi e accurati, è sempre condizionata dalla effettiva incisività che queste esposizioni hanno nella percezione del soggetto nell’atto decisionale. La caratteristica più importante che viene introdotta dalla consulenza previdenziale assistita da strumenti informatici quantitativi, è lo spostamento del criterio usato nel prendere le decisioni di risparmio dal piano emotivo al piano razionale.[...] ''

(leggi l'articolo completo)

Vivere in pensione

Il processo di pianicazione previdenziale, ma più in generale di tutela del tenore di vita familiare presenta un grado di complessità dal quale non si può prescindere e che, come tale, non può essere considerato in un’accezione semplicistica.

A cura di Alberto Cauzzi e Maria Elisa Scipioni

''Conoscere il proprio gap pensionistico rappresenta solo uno dei tasselli che vanno a comporre un puzzle eterogeneo ed estremamente variabile in funzione delle caratteristiche soggettive dei singoli individui/nuclei familiari. Affrontare e gestire la complessità del “problema” necessita quindi del supporto di una consulenza di alta qualità. Avere a disposizione strumenti di analisi efcaci e metodi di comu-nicazione adeguati consente di intercettare bisogni effettivi e obiettivi realizzabili, attraverso le alternative più adeguate, non solo del singolo individuo, ma della sua entità in quanto parte del nucleo familiare. [...] ''

(leggi l'articolo completo)

Il bilancio in pensione

Obiettivo tenore di vita

A cura di Silvin Pashaj e Maria Elisa Scipioni

''Il nuovo contesto previdenziale, profondamente riformato dalle manovre avviate durante gli ultimi anni, modifica in modo sostanziale le coordinate per la determinazione delle pensioni, introducendo uno scenario nuovo e variabile sul fronte delle integrazioni pensionistiche. Il tentativo di rilevare il trend delle pensioni pubbliche attese e della previdenza integrativa per realizzare l’obiettivo di tutela del reddito, incontra dei limiti dovuti alla variabilità estrema che caratterizza il nuovo sistema di calcolo della pensione, ormai radicalmente vincolato all’evoluzione della speranza di vita e al calcolo contributivo. [...] ''

(leggi l'articolo completo)